Our Recent Posts

October 18, 2020

October 4, 2020

Please reload

Archive

Please reload

Tags

Please reload

SEI ANCHE TU UN DIPENDENTE AFFETTIVO?

September 10, 2018

.....Io lo sono stata tutta la vita ma fino a poco tempo fa non lo sapevo ed è stata davvero dura riconoscerlo dapprima e poi iniziare a uscirne...ma diciamoci la verità...chi di noi non ha avuto nella sua vita almeno una dipendenza (fumo, alcool, shopping...per quel che riguarda me diventavo dipendente di tutto anche delle caramelle)...devo però ammettere che in questo percorso ho individuato la dipendenza affettiva come la peggiore, la più subdola, quella che non noti con facilità ma è li e ti condiziona tutta la vita, come un VIRUS....perché diciamo subito forte e chiaro...è molto difficile che un dipendente affettivo ne esca completamente...dovrà sempre rimanere all'erta per riconoscere i primi segnali di cedimento e combatterli subito al nascere..prima che prendano il sopravvento su di noi...la disciplina negli esercizi quotidiani, le letture, la meditazione sono tutte maniere utili per rimanere presenti e consapevoli ed evitare di ricaderci!

 

Un articolo letto su iltuopsicologo.it al riguardo dice:

 

"Il dipendente dedica completamente tutto sé stesso all'altro […]. I dipendenti affettivi, solitamente donne, nell'amore vedono la risoluzione dei propri problemi […] Il partner assume il ruolo di un salvatore , egli diventa lo scopo della loro esistenza […]. A causa della paura dell’abbandono, della separazione, della solitudine, si tende a negare i propri desideri e bisogni […]

 

Trovo questa definizione uno spunto molto importante perché ci indica chiaramente cosa serve per individuare e sconfiggere la dipendenza affettiva. Ad esempio molto spesso ci aspettiamo che il partner ci risolva i problemi....quindi sentiamo il bisogno di lui e gli diamo il peso del ruolo di SALVATORE (spesso lo identifichiamo anche come un supereroe!!!) ed automaticamente poniamo noi nel ruolo della VITTIMA (responsabilità 100% il piangerci addosso abbiamo visto già che non funziona!!)...entriamo così in un cerchio infinito di dipendenze, un alimentare solo l'Ego di entrambi senza uscirne e alla fine roviniamo inevitabilmente il rapporto che durerà fino a quando uno dei due non si stancherà e passerà ad un altro salvatore o ad un altra vittima. :-(

Ma il tema fondamentale secondo me alla base della dipendenza affettiva è la paura dell'abbandono, della separazione e della solitudine. (ricordo che prima di iniziare questo percorso non potevo stare neanche 1 ora a casa da sola!!!) A causa di questa paura condizioniamo spesso tutti i nostri rapporti dando al partner un potere sulla nostra vita che non gli spetta e che non ha chiesto. Non può essere responsabile per noi, per i nostri desideri e bisogni, siamo NOI che ci dobbiamo prendere la RESPONSABILITÀ' AL 100% senza paura del domani e delle conseguenze possibili.

 

Quante volte avete detto "non posso vivere senza di te!"? Io tante ma solo oggi mi rendo conto della follia ed assurdità di questa frase che a noi sembra una dichiarazione d'amore ma in realtà è solo una dichiarazione di dipendenza. La verità, dovremmo ricordarcela più spesso anzi ogni mattina allo specchio, è che l'Amore si sceglie e quindi esiste solo tra due persone che possono vivere separati ma che SCELGONO di vivere insieme!

Se anche voi fate parte del club dei dipendenti affettivi (non preoccupatevi il club ha molti iscritti, più di quanto si possa pensare) è ora di riprenderci la nostra vita in mano, perché la nostra felicità non deve dipendere da niente e da nessuno...possiamo disintossicarci ed uscirne se davvero lo vogliamo! Combattiamo la paura....ricordandoci che possiamo essere felici qualsiasi cosa dicano, pensino o facciano gli altri...ritroviamo cosi il nostro potere e riequilibriamo e centriamo noi stessi e se siamo fortunati anche la relazione con il partner. Combattiamo la paura dell'abbandono ricordandoci che la felicità non potrà mai arrivarci dall'esterno ma che dobbiamo cambiare dall'interno iniziando a prendere il controllo della nostra vita!!!! Ma non illudiamoci...è un percorso difficile e doloroso (spesso siamo obbligati a staccarci completamente dalla fonte della nostra dipendenza) ma soprattutto dobbiamo iniziare dal risolvere i motivi alla radice, i motivi più radicati in noi che ci hanno portato a diventare dei dipendenti affettivi...li viene il difficile :-) ma se siamo sicuri e pronti a metterci in discussione non c'è niente che ci possa fermare....dobbiamo solo seguire il flusso del cambiamento!

 

 

Proprio per questo nel prossimo post metterò a disposizione "10 PASSI PER DIRE BASTA ALLA DIPENDENZA AFFETTIVA" proposti nell'articolo a cui mi sono ispirata e che ho trovato molto utili ed interessanti nel mio percorso...perciò amici dipendenti rimanete sintonizzati e non cedete alla tentazione!!!! ;-)

 

 

 

Please reload

 

©2018 by IL VELO DI MAYA: OSSERVARE LA REALTÀ OLTRE L’ILLUSIONE. Proudly created with Wix.com