Our Recent Posts

October 18, 2020

October 4, 2020

Please reload

Archive

Please reload

Tags

Please reload

L'ERRORE COME OPPORTUNITA' DI CRESCITA?

February 17, 2019

 

Siamo stati abituati a vederli sottolineati con la matita rossa e accompagnati da un brutto voto. È dai tempi delle prime esperienze scolastiche che siamo propensi a pensare che gli errori siano qualcosa da non fare, da punire o per cui provare vergogna. Così, anche più avanti nella vita, ogni volta che sbagliamo scatta una sensazione di fallimento. Oppure, prima ancora di fare un errore, ci sentiamo paralizzati dalla paura di sbagliare.

 

Eppure gli errori sono uno strumento indispensabile per imparare e per crescere. Io so bene cosa significa avere paura di sbagliare, da brava maniaca del controllo sprecavo tantissime energie per gestire (o pensare di gestire) tutto senza errori ne sorprese. Paura di sbagliare e bisogno di controllo sono due aspetti di noi che insieme ci inchiodano al passato e non ci fanno andare avanti nel nostro percorso.

Quindi basta avere paura di sbagliare…non si può controllare tutto, e poi è risaputo che ogni tanto sbagliare fa bene! Bisogna riscoprire il valore di una risposta sbagliata perché ne conseguirà una spiegazione interessante e fonte di apprendimento….bisogna accettare di commettere errori, e che gli altri ne commettano, senza giudicare perché gli errori sono una enorme opportunità di crescita. Oserei anche dire che senza errori e dolori attraversati e gestiti in maniera positiva c’è poca possibilità di crescita personale. Sono le nostre cadute che ci fanno rialzare più forti non credete?

 

L’errore, certo, può avere conseguenze negative, e qualche volta disastrose. Ma se agire con prudenza è necessario per prevenire i rischi, demonizzare gli errori e lasciare che la paura di sbagliare ci blocchi è un rischio ancora più grande. E non solo perché, come diceva Carl Jung “Chi evita l’errore elude la vita”. Ma anche perché ci sono situazioni in cui evitare di sbagliare è impossibile: quando ci troviamo ad agire in un contesto di grande incertezza, possiamo fare tutte le valutazioni del mondo, possiamo cercare di controllare tutte le variabili, ma non arriveremo mai a distinguere chiaramente fra errore e decisione corretta. Per non cadere in questa trappola, è quindi importante cominciare a fare pace con la nostra fallibilità.

“Sbagliando si impara” non è solo un proverbio: il nostro cervello, da quando siamo venuti al mondo, è strutturato per fare errori e imparare da loro. Basta vedere come un bambino quando inizia a camminare o ad andare in bicicletta: riesce a trovare il giusto equilibrio solo dopo una serie di cadute e sbandamenti.

 

Certo qui bisogna tornare al tema della Responsabilità al 100%, alla necessità di prenderci le nostre responsabilità e quindi imparare a riconoscere gli errore come tali. Spesso facciamo errori e neanche ce ne accorgiamo, ne viene da se che non possiamo imparare da questi. Ma se impariamo a guardarci dentro, a vedere gli errori per quello che sono ed ammetterli ci eviterà di ripeterli in futuro. Perché talvolta è così difficile riconoscerli? Perché siamo talmente convinti che ciò che facciamo sia giusto, che continuiamo a ripetere lo stesso errore. Se dunque ci accorgiamo che nella nostra vita tendono a ripetersi situazioni che ci provocano sofferenza, prima di accusare gli altri o la sorte proviamo a prendere in considerazione l’idea che l’errore provenga proprio da noi. 

Olivia Remes, giovane ricercatrice all’Università di Cambridge, ha suggerito una strategia di questo tipo per gestire meglio l’ansia che blocca chi si pone standard molto elevati (ECCOLA!!!): per superare l’indecisione o il senso di inadeguatezza che impedisce di agire, è utile imporsi di “fare le cose male” (“do it badly”). Cioè mettersi l’anima in pace e accettare il fatto che quando si affronta un compito nuovo gli errori ci saranno per forza, e ci aiuteranno a imparare prima. Lo stesso principio possiamo applicarlo alla nostra vita: per identificare soluzioni sempre più efficaci dobbiamo mettere in conto di sperimentarne altrettante inefficaci.

L’evoluzione stessa della nostra specie è basata sugli errori…allo stesso modo ciascuno di noi, nella propria esperienza di vita, cresce, si evolve e diventa quello che è attraverso gli errori che fa e ciò che impara da essi.

 

“L'ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità.”

SIR WINSTON CHURCHILL

 

 

 

Please reload

 

©2018 by IL VELO DI MAYA: OSSERVARE LA REALTÀ OLTRE L’ILLUSIONE. Proudly created with Wix.com