Our Recent Posts

October 18, 2020

October 4, 2020

Please reload

Archive

Please reload

Tags

Please reload

SPIRITUALITA' E MEDITAZIONE: BENEFICI PER L'ANIMA?

April 14, 2019

 I ritiri spirituali non sono poi così demodé come potrebbe sembrare, anzi rappresentano un’occasione spesso unica per vivere una parentesi distante dalle tecnologiche interconnessioni digitali. Perché la spiritualità è tutt’altro che una moda passeggera...anzi per fortuna sempre più persone si avvicinano a questo mondo.

Accanto ai tradizionali ritiri in convento di stampo cattolico, vi sono molte altre tipologie di percorsi spirituali che oggi ci offrono ed attingono soprattutto all’ambito New age, alla meditazione buddista e a iniziative da queste derivate offrendo anche vie laiche, indipendenti da credo o confessioni religiose, per coltivare la propria spiritualità (vedi mio precedente post su Rebirthing).

 

 

 

Qualsiasi via si scelga avrà in comune una sospensione dai ritmi del quotidiano che può non essere facile per tutti, poiché siamo talmente abituati ad essere continuamente bombardati di informazioni, input e richieste di ogni tipo che la nostra capacità di concentrazione è ormai dipendente da questo continuo multitasking….in un mondo costantemente iperconnesso e digitalizzato dove spesso vengono a mancare i legami e i contatti veri e propri è sempre più difficile parlare di spiritualità e meditazione ma allo stesso tempo è sempre piu necessario!

 

 

La meditazione è l’esempio più calzante per capire quanto praticare ci influenza positivamente la vita.  Pensiamo ai periodi dove siamo sotto stress e viviamo situazioni in cui ci sentiamo strattonare da ogni parte, la mente è piena di idee che sorgono di momento in momento, il nostro cuore prova emozioni contrastanti e pare che non riusciamo a capire bene cosa vogliamo e dove vogliamo andare. Sono periodi di confusione in cui non riusciamo bene ad agire; come in un vortice cerchiamo inutilmente di aggrapparci a questo o a quello, per trovare “stabilità”…. ma proprio come in un ciclone l’unico punto di quiete dove è possibile riposare e osservare gli eventi è il centro.

 

La nostra abitudine a cercare di aggrapparci a qualcosa è ciò che ci impedisce di trovare il nostro centro. Più ci aggrappiamo e più ci perdiamo, più ci attacchiamo a una certa interpretazione di noi stessi e dell’esterno e più perdiamo il senso di chi siamo veramente e di quale sia la realtà intorno a noi. Se siamo soggetti a stress e vogliamo evitare che raggiunga questo picco è utile praticare presenza e centratura con regolarità attraverso la meditazione e lo sguardo rivolto verso l’interno.

 

Più riusciamo a centrarci e più sentiremo forza e stabilità. Più siamo nel nostro centro e più vivremo in modo coraggioso, affrontando situazioni difficili senza perderci d’animo, ma con la giusta carica di energia necessaria per superare questi momenti. Questo è il punto da cui possiamo muoverci con calma e decisione perché la mente si acquieta, la paura scompare, e allo stesso momento rimaniamo svegli e attenti.

L’essere umano passa tanto del suo tempo nella testa che finisce per sentirsi continuamente in allarme, come se fosse sempre in pericolo, la meditazione invece ci rende possibile l’osservazione delle sensazioni del corpo, delle emozioni che ci attraversano e dei pensieri che insorgono, senza che nessuna di queste tre cose ci allontani del nostro essere. E’ quel punto in cui ci sentiamo al sicuro, un luogo dove nessuno può entrare e dove possiamo riposare.

 

La meditazione è una tecnica di presenza semplice che richiede solamente 30 minuti del nostro tempo e può essere praticata sia all’aperto che in un luogo ristretto perché non richiede particolare spazio…richiede solo di uscire dalla testa e soprattutto di tanta costanza e disciplina! All’inizio non è stato facile per me trovare il tempo (e la disciplina!!) ma adesso ogni mattina mi sveglio prima e dedico del tempo all’ascolto di me stessa…provateci anche voi…godetevi 30 minuti di relax e quando vi alzate, riprendendo le attività, portare l’attenzione a come vi sentite nel corpo, a come funziona la mente e alle sensazioni del vostro cuore….rimarrete anche voi stupiti dei risultati perché psicologia e spiritualità potrebbero sembrare agli antipodi ma non lo sono, rappresentano piuttosto due aspetti di una stessa medaglia.

 

Pensateci un attimo…se riuscissimo a diventare un po’ più spirituali...un po’ più attenti a questa parte che tutti noi abbiamo, attraverso la meditazione o qualsiasi altra via si scelga, avremmo la possibilità di accedere a tutto il potenziale umano positivo di ciascuno e alle risorse personali in modo da riconnettere l’essere umano con se stesso creativamente e profondamente , offrendo una visione più ampia della vita e portandoci sicuramente verso l’obbiettivo ultimo che rimane sempre la nostra felicità!

 

 

 

Please reload

 

©2018 by IL VELO DI MAYA: OSSERVARE LA REALTÀ OLTRE L’ILLUSIONE. Proudly created with Wix.com