Our Recent Posts

October 18, 2020

October 4, 2020

Please reload

Archive

Please reload

Tags

Please reload

LA NEGAZIONE: NON UN ALLEATO MA UNA TRAPPOLA

September 7, 2020

Era da un po che no scrivevo di me e delle mie emozioni, in realtà ho usato il mio blog per distrarmi dall'unica cosa che dovevo fare e per il quale ho creato in primis il blog e cioè guardarmi dentro ed affrontare il mio dolore. Quindi eccomi qui ad ammettere che mi sono riempita la testa di pensieri e di teorie con l’unico obiettivo di aiutarmi a non pensare….in piena negazione! Quindi basandomi sulla teoria ‘conosci il tuo nemico’ ho pensato di fare un articolo sulla pericolosissima negazione. 

 La negazione è la forma che il nostro Ego usa per “proteggerci” dal dolore eccessivo e dalla sofferenza causata da una perdita. È una strategia adattativa che ci aiuta ad affrontare la situazione per sopravvivere e per mitigare l’impatto e il dolore. La negazione è ahimè necessaria perché ci fa guadagnare tempo per poter assimilare la realtà poco a poco, in dosi che siano accettabili per la nostra psiche; essa ci permette di sopravvivere in un mondo pieno di cambiamenti, avvenimenti e circostanze inaspettate che non ci saremmo mai aspettati e per le quali, in realtà, non si è mai pronti.

Con la negazione, si entra nella prima tappa dell’elaborazione del dolore; in questo processo ci saranno altre tappe che ci aiuteranno ad assimilare il dolore, fino a superarlo e accettarlo……sempre che noi la superiamo questa tappa. Perché è qui la difficoltà….lasciare alle spalle questa tappa e andare avanti con le altre per superare ed attraversare quel dolore. Perché se non lo facciamo, se rimaniamo bloccati nella negazione, questa semplice fase si trasformerà in un meccanismo disadattativo che ci paralizzerà nel passato, impedendoci di tornare alla vita presente. Non accettando la realtà, saremo sottomessi a un dolore senza limiti, con la possibilità di soffrire di un disturbo dello stato d’animo.

Se parliamo nello specifico di dolore al termine di una relazioni di coppia (cosi per pura casualità) dobbiamo specificare che la fase di negazione è molto forte nelle persone che sono state “lasciate”, mentre è meno evidente in chi “ha lasciato”. Quello che succede è che chi ha voluto scrivere la parola fine alla relazione ha già attraversato la fase di negazione e shock dunque chi decide di porre fine alla storia non vive la fase del lutto con la stessa intensità, diciamo che l’impatto di rottura non è altrettanto grande!

 

Quindi cosa fare?

Bella domanda….per il momento basterebbe non rimanere bloccati nel passato ma iniziare a scongelare le emozioni e a viverle…non dobbiamo averne paura perché se non le attraversiamo non possiamo superare davvero il dolore. Una volta attraversate arriveranno le altre fasi fino all’accettazione della realtà che è l’unica via di uscita in questo labirinto di emozioni.

 

 

Please reload

 

©2018 by IL VELO DI MAYA: OSSERVARE LA REALTÀ OLTRE L’ILLUSIONE. Proudly created with Wix.com